Mathieu van der Poel vince il Giro delle Fiandre

Freccia Vallone

Mathieu van der Poel: terzo successo in cinque anni.

Mathieu van der Poel non sbaglia (quasi) mai, quando è considerato il favorito di una corsa, difficilmente disattende le aspettative. Al Giro delle Fiandre, il ciclista olandese, ha vinto per la terza volta dopo i successi del 2020 e del 2022, mentre nel 2021 e 2023 è arrivato secondo.

La fuga del mattino.

La prima fase di gara è stata caratterizzata da un drappello composto da Luke Durbridge, Eimar Reinders (Jayco-AlUla), Bert Van Lerberghe (Soudal Quick-Step), David Dekker (Arkea-B&B Hotels), Stanislaw Aniolkowski (Cofidis), Damien Touzé (Decathlon Ag2R La Mondiale), Lionel Taminiaux (Lotto Dstny) e Jelle Vermote (Bingoal WB), che si è avvantaggiato nei confronti del gruppo.

Si accende la corsa.

Ai -100 la corsa si è infiammata, con la Visma | Lease a Bike con Matteo Jorgenson prima e la Lidl-Trek poi con Mads Pedersen hanno provato a rendere dura la corsa per mettere in difficoltà l’Alpecin-Deceuninck. Alla fine, grazie ai tanti attacchi Pedersen è riuscito ad andar via insieme a Vermeersch. L’Alpecin-Deceuninck controlla e tiene sotto controllo il distacco.

Il meteo crea difficoltà.

Sulla lunga cambiano le condizioni meteo, con la pioggia che è imperversata lungo il percorso, rendendo la corsa difficoltosa. La pioggia mescolato al terreno forma il fango, che si è accumulato lungo tutto il Koppenberg. Una difficoltà maggiore per tutti gli atleti, su una salita spesso insormontabile. Mathieu van der Poel è in giornata super e mentre molti degli altri sono costretti a salire a piedi, lui attacca. L’unico a reagire è Jorgenson ma solo parzialmente.

Mathieu van der Poel va via.

Con una tranquillità disarmante, l’olandese è andato via in solitaria, involandosi da solo verso il traguardo, alzando le braccia in solitaria sotto lo striscione dell’arrivo. Tuttavia alle sue spalle è battaglia vera per la piazza d’onore, con Alberto Bettiol (EF Education – EasyPost) ma sulla lunga è costretto ad alzare bandiera bianca, terminando nono la corsa. Alla fine ad arrivare secondo è Luca Mozzato. L’atleta italiano, al termine di una volata lunghissima, riporta l’Italia sul podio con un risultato clamoroso. Terzo Michael Matthews, poi Niels Politt. Vince quindi Mathieu van der Poel, che, dopo otto anni, riesce a vince il Giro delle Fiandre con la maglia iridata (l’ultimo a riuscirci fu Peter Sagan).