TIKTOK&APERITIVO del prof. Ciro Mattei, Liceo Seneca di Bacoli

A seguire il videoclip TIKTOK&APERITIVO (Teng a guerr ngap) realizzato dai ragazzi di terza, quarta e quinta del Liceo Economico Sociale Seneca di Bacoli, nell’ambito del progetto COPRA (COntrastare la povertà educativa, PRevenire l’abbandono scolastico), Prof. Ciro Mattei.

TIKTOK&APERITIVO (Teng a guerr ngap) di Mattei-Carannante-Amoroso

Missato da Max Carola presso Maxsound Vibe Studio – edizioni : © 2024 Maxsound di Massimo Carola

Musiche e arrangiamenti

Ciro Mattei

Montaggio

Ciro Mattei

Assistente al montaggio

Raffaele Mele

Riprese Video

Raffaele Mele

Riprese Drone

Pasquale Rescigno

Regia di CIRO MATTEI

Un particolare ringraziamento allo SCUGNIZZO LIBERATO, Bene comune & Laboratorio di Mutuo Soccorso della città di Napoli. In collaborazione con:

  • ACLI Campi Flegrei
  • Agenzia per la Coesione Sociale
  • Asl Napoli2Nord
  • Ministero per il Sud e la Coesione territoriale

Partner Istituzionali

  • Ministero dell’Istruzione e del Merito
  • Liceo Economico Sociale L. A. Seneca di Bacoli
  • Comune di Pozzuoli
  • Comune di Bacoli
  • Comune di Monte di Procida

Partner

  • Cooperativa sociale Vento del Sud
  • Non uno di meno
  • Cooperativa sociale Il Torpedone

COME NASCE IL PROGETTO

Il racconto RAP di TIK TOK & APERITIVO (Teng a guerr ngap) nasce dal ragionamento di due magnifici studenti del Seneca, Pasquale Carannante e Gennaro Amoroso, in arte Budhass&Salatiello e della sentita partecipazione delle classi del triennio del Liceo Economico Sociale di Bacoli che hanno creato la gestualità e la coreografia. Maria Farro un’allieva di terza ha ideato il balletto centrale e Di Maria Rachele diplomanda ha diretto la mimica del gruppo. Statuaria l’interpretazione dell’Avatar Google di Sara Palumbo e Carmen Rimoli.

Un lavoro, la cui mission si inserisce appieno nelle linee del PROGETTO COPRA al quale il Liceo Economico Sociale Seneca di Bacoli ha aderito producendo il videoclip che al momento è stato molto apprezzato dal pubblico e dai numerosi partner coinvolti.
Il tutto nasce dall’interazione avviata dal Prof. Mattei, nei panni di Peppesmith, con i ragazzi del triennio, fidando nella massima erasmiana di affidarsi qualche volta ad una sana irresponsabilità quando veramente si vuole qualcosa.
E così senza aver potuto provare, lavorando un po’ a distanza e un po’ in studio è stato messo su il tutto e al momento, nello stupendo scenario dello SCUGNIZZO LIBERATO, è stata raccontata l’azione che di volta in volta dovevano eseguire. Erano, ma non per loro responsabilità, per lo più impreparati al compito.

A questo aggiungi che ritrovandosi per la prima volta su un set hanno reagito nelle maniere più diverse. Qualcuno ha rinunciato, pochissimi, due o tre, preferendo astenersi, stare a guardare, poi rientrare e questo no, non lo faccio, forse perché non ce la faceva, o lo trovava banale…ma alla fine, il delirio li ha coinvolti tutti. Tutti coinvolti nel gran finale e la difficoltà nel dirigerli è stata in primis quella di impedire loro di ridere, perché si divertivano come i matti; la seconda difficoltà, più complessa, proprio nella scena del delirio, dove ognuno doveva sprofondare nel proprio Io, interpretando solipsisticamente la disperazione soggettiva e inventandosi un gesto che rappresentasse la massima “teng à guerra ‘ncapa”. Nell’eseguire l’azione non riuscivano a sprofondare in sé stessi, nel delirio soggettivo, si raggruppavano, cercavano qualcuno a cui aggrapparsi, fuggivano in gruppi, non vagavano; dovevano rinunciare agli appigli, faticavano a immergersi nella parte.

Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza le efficaci riprese realizzate da Raffaele Mele della Cooperativa sociale Vento del Sud e Pasquale Rescigno al drone, animatore visivo di Napoli Pedala e all’efficacia del mix di Max Carola per la Maxsound Vibe Studio a cui sono state affidate le edizioni offrendo al brano la possibilità di solcare la soglia di Spotify a fine maggio. Preziosa la sinergia con l’infaticabile Pino Di Maio al quale si deve la direzione del Progetto Copra e con il Collettivo dello SCUGNIZZO LIBERATO, Bene comune & Laboratorio di Mutuo Soccorso della città di Napoli.