Real Madrid-Manchester City, una Lezione di Calcio Moderno

Real Madrid-Napoli

Real Madrid-Manchester City, una Lezione di Calcio Moderno

Il pareggio 3-3 tra Real Madrid e Manchester City nei quarti di finale della Champions League ha offerto un esempio lampante delle potenzialità del calcio moderno. Il confronto tattico tra le squadre di Ancelotti e Guardiola ha evidenziato una superiorità nel controllo del gioco che va oltre il semplice risultato.

Dal punto di vista statistico, il City ha dominato la possessione con il 60% contro il 40% del Real, riflettendo la filosofia di gioco di Guardiola incentrata sul controllo del pallone. Nonostante ciò, il Real ha dimostrato una maggiore efficacia nei tentativi in porta, con 14 tiri rispetto ai 12 del City, mostrando come l’efficacia offensiva non sia sempre legata alla quantità di possesso palla.

I corner, spesso indice di pressione offensiva, hanno visto il Real Madrid prevalere con un modesto 4-2, suggerendo che, nonostante minor tempo con il pallone, la loro minaccia in attacco è stata più incisiva. Inoltre, il Real ha dimostrato maggiore direttività nel gioco, con rapidi contrattacchi che hanno fruttato gol spettacolari come quello di Valverde, un perfetto esempio di come velocità e precisione possano essere decisive.

Il match ha anche messo in luce le differenze con il campionato italiano, attualmente criticato per una minore propensione al gioco spettacolare e innovativo. Mentre la Serie A si dibatte tra tatticismi e difese serrate, la Champions League mostra come il calcio possa essere entusiasmante con squadre che non temono di giocare apertamente e di sfruttare le qualità tecniche dei propri giocatori.

IL TABELLINO REAL MADRID-MANCHESTER CITY 3-3

Real Madrid (4-3-3): Lunin; Carvajal, Tchouameni, Rudiger, Mendy; Camavinga, Valverde, Kroos (27′ st Modric); Rodrygo (27′ st Diaz), Bellingham, Vinicius Jr (41′ st Joselu). A disp.: Kepa, Fran, Militao, Nacho, Vazquez, Ceballos, Guler. All.: Ancelotti.

Manchester City (4-3-3): Moreno; Akanji, Stones, Dias, Gvardiol; Rodri, Kovacic, Bernardo; Foden (42′ st Alvarez), Haaland, Grealish. A disp.: Ederson, Carson, Doku, De Bruyne, Gomez, Nunes, Bobb, Susoho, Lewis. All.: Guardiola. Arbitro: Letexier (Francia) Marcatori: 2′ Bernardo (M), 12′ aut. Dias (M), 14′ Rodrygo (R), 21′ st Foden (M), 26′ st Gvardiol (M), 33′ st Valverde (R)