Massimo Filardi: “Non venderei mai Kvara”

Udinese-Napoli

Massimo Filardi, ex calciatore azzurro, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte nel corso di Marte Sport Live.

Di seguito le sue parole.

“Non venderei mai Kvara, neanche per 200 milioni, perché con Conte può solo migliorare. Ha anche uno stipendio ancora basso, invece il Napoli è quasi costretto a vendere Osimhen, perché ha uno stipendio così alto che se restasse avrebbe un ingaggio molto più alto del tetto di 5 milioni imposto dal club. E questo porterebbe scompensi nello spogliatoio, con dei malumori che il Napoli non può proprio permettersi dopo quello che è successo quest’anno. Solo Maradona poteva avere un ingaggio nettamente più alto degli altri. Per l’undici-base secondo me basterebbero 4 rinforzi, ovvero due difensori, un centrocampista e l’attaccante. Olivera per me può diventare un ottimo braccetto sinistro, avendo fisicità, colpo di testa e buona conduzione della palla. Se così fosse allora servirebbe solo un grande difensore e un esterno mancino tutta fascia. Invece a destra ci sono Di Lorenzo e Mazzocchi. Per il capitano, lo dico per esperienza, ci sono sempre margini per ricomporre questo strappo, Conte è un fenomeno anche in questo senso. Poi se i motivi sono irreversibili ce ne faremo una ragione e verrà preso un sostituto. Osimhen è fortissimo, nelle ripartenze e nel furore, ma Lukaku sarebbe perfetto per Conte perché è il numero uno nel difendere il pallone e far salire la squadra. Per giocare in verticale il belga pè l’ideale, non dovesse venire per me serve un attaccante di quelle caratteristiche. Dovbyk? Ha fisico, difende bene il pallone anche se non come Lukaku. In difesa per me Buongiorno è già diventata la guida della difesa del Torino e può crescere ulteriormente, diventando tale anche in Nazionale. Ce ne sono pochi di difensori marcatori come lui, per attenzione, fisicità e posizionamento”