Lewis Hamilton alla Ferrari nel 2025

Lewis Hamilton

Lewis Hamilton a bordo della Rossa di Maranello nel 2025.

Lewis Hamilton sarà il pilota della Ferrari nel 2025. Nessuno si sarebbe mai aspettato un annuncio del genere, in questo momento della stagione e con queste tempistiche. Il 2024 del motorsport ancora deve iniziare ma già si pensa al 2025 e la Ferrari lo fa in grande. Nessuno si sarebbe aspetto, che a Maranello avrebbero fatto un annuncio del genere, nessuno avrebbe pensato che avrebbero annunciato proprio lui quel Lewis Hamilton, che, possa piacere o meno, numeri alla mano è senza dubbio uno de piloti più forti della storia.

Lewis Hamilton: il compagno.

Lewis Hamilton farà coppia con Charles Leclerc. Il monegasco, definito dai più il predestinato, viene considerato, nonostante i suoi 26 anni, l’astro nascete della Formula 1, l’enfant prodige su cui la squadra di Maranello punta dal 2019 per riportare a casa il titolo piloti, che manca in bacheca dal 2007. Tuttavia vuoi per una macchina non del tutto competitiva, vuoi per un po’ di inesperienza iniziale, vuoi per alcuni errori suoi non è mai riuscito ad esprimere il suo potenziale, tanto che nella passata stagione è stato battuto dal suo compagno di squadra: quel Carlos Sainz, che si appresta ad iniziare la stagione da separato in casa con la Ferrari.

Il contratto.

Lewis Hamilton si legherà alla Ferrari nel 2025, quando scadrà il contratto in essere tra la Rossa di Maranello e Carlos Sainz ma soprattutto quando il britannico sarà liberà dalla Mercedes e potrà tranquillamente firmare con un’altra squadra. Eppure prima di ieri, il pilota spagnolo era in attesa di una chiamata di Vasseur per discutere i termini di un possibile rinnovo di contratto ma spesso nel motorsport (e in tutti gli sport in cui girano vagonate di soldi) non sempre le attese rispecchiano la realtà. Ecco quindi che Lewis Hamilton sostituirà Carlos Sainz al volante della Ferrari.

Lewis Hamilton: per la rossa il titolo piloti diventa un obbligo.

Lewis Hamilton a bordo della Ferrari rende la squadra di Maranello una candidata reale al titolo piloti. Con due piloti di rilevo la Ferrari non può nascondersi ha l’obbligo di creare una monoposto competitiva e puntare al titolo piloti nel 2025. Tutti siamo all’oscuro delle reali potenzialità delle vetture di questa stagione, nessuno sa chi ad oggi abbia limato il gap con Red Bull.

Cosa ci aspetta?

Nel 2023 il dominio Red Bull è stato imbarazzante, la scuderia austriaca ha vinto tutte le gare eccezion fatta per il gp di Singapore vinto dalla Ferrari da Carlos Sainz. Aston Martin nella prima parte di stagione è riuscita a tener testa alla Red Bull ma poi ha subito i ritorni di Mercedes, McLaren e Ferrari, che pur diminuendo il distacco dalla casa austrica ugualmente non sono riuscite a tenerla testa. Solo quando le auto inizieranno a girare in pista sapremo quali sono i reali valori delle varie scuderie.