Il Mattino – Il mercato del Napoli

Calciomercato Napoli

L’edizione odierna de Il Mattino fa il punto sul mercato del Napoli.

Di seguito quanto riportato.

Via Osimhen, con Calenda che sicuro di avere l’asso nella manica e di portare già a giugno l’offerta da 120 milioni di euro.
La priorità di De Laurentiis è respingere l’assalto a Kvaratshelia: mezza Europa è sulle sue tracce, prima del rinnovo con il Napoli, i suoi agenti vogliono capire fino a che punto sono pronti ad arrivare in Premier. Il rischio è che i 3 milioni per i prossimi 4 anni offerti da De Laurentiis possano non bastare più: e non è il caso di tirare troppo la corda con il georgiano che è rimasto in silenzio dopo aver visto la sua spalla, Osimhen, rinnovare a 12 milioni all’anno.
Tra i bocciati (Natan, Cajuste, Lindstrom, Traoré), gli esuberi (Simeone, Jesus, Ostigard, Gollini, Olivera), sono una decina gli azzurri che possono cambiare aria. Il nuovo allenatore dovrà dire su chi puntare tra i flop della stagione: Raspadori, per esempio, attende di conoscere il nome del nuovo tecnico. Di sicuro il monte ingaggi mai supererà i 75 milioni all’anno (al momento è di 83 milioni). In attacco Jonathan David (24 anni) del Lille ma in pole c’è Santiago Gimenez del Feyenoord: valutazione 40 milioni. In estate, si tornerà alla carica con l’Udinese per il difensore Perez. Nome nuovo per la difesa: nel Psv c’è il 26enne Olivier Boscagli, francese. Con l’Atalanta si sogna il doppio colpo: Teun Koopmeiners e il difensore Scalvini. Emissari del Napoli non fanno che inviare schede sui talenti del Feyenoord: il solito Hancko, 25 anni. Sempre in attacco, piace anche Zito Luvumbo del Cagliari”.