Il debutto di Geolier al Maradona

Venite a Napoli

Tre giorni di concerti per Geolier al Maradona. Nella tappa di ieri c’è stato il tutto esaurito, con l’artista napoletano calatosi “dal cielo” per il suo debutto allo stadio di Fuorigrotta, è finito su una piattaforma da 9 metri di altezza. Inizio ad effetto, proseguito con un concerto che non ha deluso le attese. Sul mega palco piazzato di fronte alla curva A il rapper napoletano in salopette nera con gli occhi lucidi ha ringraziato il suo popolo ed in particolare chi gli è stato vicino sempre, sin dall’inizio e soprattutto nei giorni di Sanremo.

In scaletta tutte le canzoni che hanno segnato la sua storia, cantate a squarciagola da tutto lo stadio. Omaggio a Maradona con tanto di maglietta dell’Argentina ed invocato più volte il Napoli calcio. Diversi i duetti in scena ieri. Con lui sul palco Mavi, MV Killa, Luchè, Tony Effe e, a sorpresa, nel finale anche Gigi D’Alessio per “Senza tuccà”.

Ovazione quando il cantante ha cantato “P’ Secondigliano”, facendo salire sul palco anche dei bambini dalle prime file.

Questa la scaletta:

Per sempre

Money

So fly

Presidente

Si stat tu

Me vulev fa ruoss

Scumpar

Moncler

Ricchezza

Episodio d’amore

Idee chiare

Chiagne

Narcos

Maradona

Capo

Nu parl nu sent nu vec

2 secondi

Il male che mi fai

Gia lo sai

Voglij sul a te

Na caten

Emirates

Sarò con te

L’ultima poesia

Napoletano

I p’ me tu p’ te

M manc

X caso

Io to giur

Campioni d Italia

Ammò ma c t sap

CLS

Cadillac

Dio lo sa

El pibe de oro

P secondiglian

Una come te

Finché non si muore

Come vuoi

Give you my love.