DAZN e Lega Serie A, il genio: combattere il pezzotto aumentando i prezzi

DAZN e Lega Serie A, il genio: combattere il pezzotto aumentando i prezzi

Nonostante l’introduzione del DAZN Goal Pass e un campionato che promette grandi emozioni grazie ai cambiamenti tecnici di diverse squadre, l’inizio della nuova stagione di DAZN non è stato dei migliori. Recenti aumenti dei prezzi degli abbonamenti hanno scoraggiato molti utenti, portandoli a disdire o a non rinnovare il loro abbonamento per la prossima stagione. In tanti annunciano il ritorno alle radioline vecchio stampo. Questa situazione si è aggravata nonostante le critiche delle associazioni dei consumatori riguardo al DAZN Goal Pass, e le affermazioni del CEO di DAZN, Stefano Azzi, secondo cui la Serie A mantiene i prezzi più bassi tra le principali leghe calcistiche.

Per la Lega Serie A, il problema principale in Italia è il “pezzotto,” il fenomeno della pirateria televisiva. In un tentativo di contrastare questo problema, DAZN ha aumentato le tariffe, una politica italicamente tafazziana. Invece di risolvere il problema alla radice, si penalizzano gli utenti per bene. La vera questione, infatti, risiede nella mancanza di credibilità della Lega Calcio, minata da scandali legati a patteggiamenti e scommesse, che indeboliscono la fiducia degli appassionati nel sistema calcistico italiano.

Questi disservizi rappresentano l’inizio di un declino senza precedenti per DAZN in Italia, che deve affrontare non solo la concorrenza, ma anche la crescente insoddisfazione dei suoi utenti. La piattaforma dovrà presto correre ai ripari, trovando modi efficaci per giustificare i rincari e migliorare l’offerta per mantenere e attrarre nuovi abbonati.