Autonoleggi e discriminazioni

Autonoleggi e discriminazioni

La controversa pratica delle restrizioni di franchigia – autonoleggi e discriminazioni

Il settore del noleggio auto è diventato sempre più popolare negli ultimi anni, offrendo un’alternativa conveniente e flessibile alla proprietà di un veicolo. Tuttavia, alcuni aspetti di questa pratica commerciale hanno sollevato polemiche e domande sulla loro equità. Una di queste questioni riguarda le restrizioni di franchigia imposte alle persone in base alla zona geografica. In particolare, la pratica di non consentire l’eliminazione della franchigia in caso di danni o furto in determinate regioni è una pratica oggetto di dibattito, con accuse di discriminazione.

Clausola Drivalia, QUI i dettagli

 

Il concetto di franchigia

La franchigia nel noleggio auto è una somma di denaro che il cliente è tenuto a pagare in caso di danni o furto del veicolo noleggiato. Senza clausola in caso di furto, si paga una somma (salata) a meno di non aver optato per una opzione di salvaguardia.  I clienti hanno infatti la possibilità di  eliminare la franchigia mediante l’acquisto di un’opzione aggiuntiva chiamata “Super Cover” o simile. Tuttavia, in alcune situazioni, ai clienti residenti in specifiche regioni viene impedito di usufruire di questa opzione.

Autonoleggi e discriminazioni – le restrizioni geografiche

In Campania non è possibile  eliminare la franchigia anche optando per l’acquisto della “Super Cover” o di altre opzioni di riduzione della responsabilità. Questo significa che, in caso di danni o furto del veicolo, i clienti sono tenuti a coprire una parte significativa dei costi, mentre altri clienti possono godere di una maggiore protezione finanziaria.

riduzione franchigia
Clausola di B-Rent al 19/5/2023

 

Discriminazione o misura di gestione del rischio? La questione principale che sorge è se queste restrizioni siano discriminatorie o se rappresentino una misura legittima di gestione del rischio da parte delle compagnie di noleggio auto. Le aziende sostengono che queste restrizioni sono basate su dati statistici che indicano un maggior rischio di danni o furto nei territori specificati. Considerano tali restrizioni  un modo per mitigare i potenziali costi aggiuntivi associati a tali rischi.

LE MENO GRAVOSE

Attualmente, le compagnie come Hertz e Avis riducono la franchigia a circa 500 euro (ad esempio, per auto di piccole dimensioni come la Fiat Panda in Campania), ma non la eliminano del tutto. È importante prestare attenzione se nel processo di prenotazione viene indicato diversamente, poiché le condizioni generali di contratto avranno la precedenza e specificano chiaramente che in determinate zone la franchigia non viene azzerata.

ALTERNATIVE

Una possibile soluzione è l’acquisto di assicurazioni complementari da società terze. Ad esempio, RentalCover.com pare non avere esclusioni specifiche legate a determinate zone di noleggio e si parla di azzeramento totale della franchigia. Tuttavia, è importante tenere presente che in caso di necessità di fare uso di queste assicurazioni, potrebbe essere richiesto di pagare l’intero importo della franchigia alla società di noleggio e successivamente richiedere il rimborso alla società terza che fornisce la copertura assicurativa (ciò potrebbe comportare alcuni rischi poiché si tratta di due entità separate, senza alcuna connessione diretta tra di loro).